L'importanza dell'ecografia tiroide | Altamedica Milano
Osteopatia e Infertilità: Dott. Angelo Albo
27 Gennaio 2020
Botox, Peeling e filler
19 Novembre 2020

L’importanza dell’ecografia tiroide e correlazione tra tumore mammella e tiroide

Il 12% degli italiani ha il gozzo da carenza di iodio. Ed è nota la relazione esistente tra patologie benigne tiroidee e problematiche senologiche.

La possibile relazione tra i noduli della tiroide e quelli del seno è oggetto di dibattito e per questo Sindoni e colleghi hanno analizzato una casistica di donne con noduli di natura non tumorale. Hanno fatto riferimento a un archivio di dati relativo a 3372 casi.

Altri studi hanno valutato una correlazione tra patologie tiroidee autoimmuni e densità mammaria la MD era più bassa nelle donne con gozzo e più alta in quelle che avevano riportato tiroidite di Hashimoto. Infine esiste un importante relazione tra alterazioni della funzionalità ormonale tiroidea e patologie mammarie benigne e non

Per tale motivo in un concetto di valutazione del benessere olistico di una donna lo studio della ghiandola tiroidea diviene sempre più incisivo anche al fine di rendere più accurati i percorsi di prevenzione che devono essere sempre più a persona

Cos’è la tiroide e l’ecografia tiroide

Ecografia tiroide

La tiroide è una ghiandola che si trova nella regione anteriore del collo al di sotto dell’osso ioide.

L’esame ecografico della tiroide viene eseguito con l’impiego di una sonda che produce ultrasuoni ad alta frequenza (7 – 15 MHz).

A cosa serve l’Ecografia Tiroidea?

L’ecografia tiroidea è utilizzata per valutare le dimensioni e la volumetria della tiroide e per individuare l’eventuale presenza di noduli, indicandone anche la loro probabile natura benigna o maligna.

In assenza di noduli tiroidei, l’ecografia è indicata in pazienti con alterazioni ematochimiche (alterazioni n del TSH, fT3, fT4, Tireoglobulina), nel sospetto di tireopatia autoimmune o se esistono fattori di rischio genetico o ambientale per lo sviluppo di una patologia tiroidea.

Se, invece, viene individuato un nodulo tiroideo, successivamente al primo riscontro, l’ecografia della tiroide viene utilizzata come monitoraggio per valutarne l’evoluzione. Oltre a valutare le dimensioni, i margini, le caratteristiche ecostrutturali, l’esame dei noduli tiroidei può beneficiare dell’utilizzo dell’Eco Color-Doppler che ne verifica la vascolarizzazione e può selezionare le lesioni da sottoporre a caratterizzazione cito-istologica mediante esame agoaspirato-agobioptico.

Durante l’ecografia tiroidea viene, inoltre, valutato se la trachea appare in asse o se questa appare dislocata dalla presenza di noduli tiroidei di grandi dimensioni, verso destra o sinistra e vengono normalmente ricercati anche eventuali problemi a carico dei linfonodi posti ai lati del collo, i cosiddetti linfonodi laterocervicali.

Whatsapp
Telefono
Email